“Scusa, a quanto stiamo?”

È la domanda delle domande tra i tennisti.

Il 98% delle partite, che siano agonistiche o amatoriali, si gioca senza un arbitro, e spesso il punteggio viene tenuto a mente. L’errore è dietro ogni servizio.

Sono Marco Aguzzi, designer professionista e appassionato di tennis: la mia attività mi porta ad analizzare e a risolvere i bisogni quotidiani delle persone, non solo dal punto di vista estetico ma anche funzionale.

Le origini

Nel 2016 ho fondato con tre soci la Aguzzi Design Srl, che in pochi anni è diventata una realtà aziendale affermata e professionale. Qui è nato MyPoint, il nostro sistema elettronico innovativo per la gestione del punteggio di una partita. Un sistema rivoluzionario, semplice e divertente.

Una sera, di rientro a casa, mi sono fermato a guardare una partita di tennis, al circolo lì vicino. Stavano giocando un maestro con un giovane minuto. Nonostante la differenza di età ed esperienza, la partita era combattuta.

Tra uno scambio e l’altro, i due tennisti non sono riusciti a mettersi d’accordo sul punteggio, che era tenuto a mente da entrambi. La cosa che mi ha fatto più riflettere? Era proprio il maestro ad aver dichiarato il punteggio sbagliato.

Come risolvere la loro diatriba?

Dopo tre prototipi, che hanno ottenuto risultati sopra ogni aspettativa, abbiamo collaudato MyPoint con oltre 800 partite di torneo. I commenti di giocatori, spettatori, maestri e titolari di circoli sono stati unanimi: MyPoint fa la differenza.

Perché MyPoint

Il mercato delle attrezzature sportive ha cercato di rispondere all’annoso problema della memorizzazione del punteggio con soluzioni meccaniche o digitali. Dalle cartelle girevoli, ai tabelloni luminosi. Ma nessuno aveva mai trasformato un normale segnapunti in un’esperienza di gioco.

Il punteggio rappresenta la vera essenza della sfida.
Su queste basi è nato MyPoint.

Uno strumento con il quale il tennista può esaltare il proprio gioco e migliorarsi. Ma è anche il mezzo per appassionare lo spettatore, regalando emozioni sugli spalti.

MyPoint migliora l’attenzione del giocatore sul campo, aumentando la concentrazione sulla palla, piuttosto che sulla memorizzazione del punteggio stesso.

Grazie alla semplicità di utilizzo, è adatto a qualsiasi fascia di età e ad ogni tennista (amatoriale o agonista), ed è un ottimo alleato sia negli scambi tra amici che nei tornei.

Il nostro segnapunti è perfetto persino per beach tennis e paddle.

Play like a pro

Il motto “Gioca come un professionista” è il nostro pay-off, che racchiude parte della nostra visione aziendale.

Con MyPoint si diventa co-protagonisti della rivoluzione in atto: il nostro strumento risolve molte delle problematiche di gioco, offrendo modalità di gioco di solito accessibili solo ad alti livelli.

Il tutto è possibile grazie ad una tecnologia efficace e a basso costo. Un’esperienza travolgente.

I premi

2018: Vince il premio Ecapital 2018

2019: Seal of Excellence SME Inst Fase I, il sigillo di eccellenza della Commissione Europea

2019: MyPoint è a Smau Milano